Hotel Rimini

Magda Gomes torna in passerella per il debutto da stilista

12 Luglio 2009

FOSSE per lei, la taglia 40 andrebbe abolita dalle passerelle. «Le donne sono belle quando hanno qualcosa da mostrare, quando hanno le curve… ». E di curve ne ha proprio tante Magda Gomes. Ma alla splendida showgirl di San Paolo (che ha da poco passato i 30) l’etichetta di femme fatale è sempre andata un po’ stretta

Sin da quando giovanissima, in Brasile, per mantenersi agli studi ha iniziato a lavorare come modella. «Ero richiestissima per sfilare in costume di bagno. Così ho cominciato». E anche ieri sera, alla Villa delle Rose di Misano, Magda è tornata in passerella. Da modella, ma soprattutto da stilista, presentando in anteprima nella Riviera romagnola la nuova linea di costumi da bagno firmati da lei. «Mi sono ispirata ai costumi brasiliani. Qui in Italia così non ce ne sono così. Certe forme, certi colori si trovano soltano in Brasile». Da dove la Gomes è appena tornata. «Ma per me quest’estate niente vacanza, almeno per un mese ancora. Ho tanti impegni, tanti lavori, e poi c’è la mia linea di beach wear da lanciare. L’ho pensata per tutte le donne: anche quelle non più giovanissime, anche le donne più formose possono indossare i miei costumi. Per il debutto ho scelto la Riviera perché qui mi sembra di stare a Ibiza, in più si mangia benissimo. E poi i romagnoli sono molto, molto ‘brasiliani’”».
TRA UNA passerella e un’ospitata, Magda sta aspettando anche la chiamata per la nuova stagione televisiva su Mediaset. Lanciata nel 2006 da Piero Chiambretti nel programma Markette (dove è stata protagonista per due stagioni), valletta di Guida al campionato, la Gomes alcuni mesi fa ha condotto anche Le Iene, seppur per una sola puntata, insieme a Luca e Paolo. «E’ stata un’esperienza divertentissima —ricorda la modella brasiliana — anche perché nata all’ultimo minuto. Ilary non stava bene, e così mi hanno chiamato il giorno stesso. Sono arrivata in studio alle 18, e tre ore dopo ero in studio, in diretta…».
UN’ESPERIENZA che, confida la sensuale modella di San Paolo, ha lasciato il segno. «Mi è sempre piaciuta la tivù ironica, comica. Se potessi scegliere io… Beh, poter condurre Zelig sarebbe veramente il massimo, un sogno. E’ un programma di grande successo, lo sento molto vicino al mio modo di fare tivù». A Claudio Bisio, di sicuro, non spiacerebbe averla come spalla…

Condividi sui social

Info sull'autore

Marta Casadei

News Correlate