Hotel Rimini

Anno Santo Giacobeo Cesenatico

9 Dicembre 2009

L'evento Prima città in Regione ad ospitare le celebrazioni. Cesanatico sede nel 2010 dell'Anno Santo Giacobeo

Cesenatico sede nel 2010 delle celebrazioni per l'Anno Santo Giacobeo. Cesenatico, per il periodo dal 6 giugno all'8 dicembre, ospiterà tutta una serie di manifestazioni culturali e religiose volte a celebrare la figura di San Giacomo. L'Anno Santo Giacobeo, dedicato appunto a San Giacomo protettore dei pellegrini e dei viandanti, nonché patrono di Cesenatico, cade nell'anno in cui il 25 luglio, festa appunto del Santo, cade di domenica e ciò accadrà appunto il prossimo anno. La ricorrenza si verifica, peraltro, con una cadenza regolare di 6, 5, 6 e 11 anni, tanto che l'ultimo Anno Santo si è celebrato nel 2004, prima nel '99 ed i prossimi, oltre che nel 2010 ricorreranno nel 2021 e nel 2027 (di norma ogni secolo ha 14 anni santi).
Oltre ad essere il Santo della Spagna, a Santiago di Compostela sono infatti, conservati i suoi resti, San Giacomo è patrono di alcune città italiane, tra le quali appunto, anche la nostra. A Cesenatico, il culto al Santo si sviluppò in quanto i pellegrini romei, provenienti dal porto di Ravenna le quindi dall'Oriente) e diretti a Roma sulla tomba di Pietro, vi trovavano un "ospitale" per riposarsi nel cammino. Da qui la scelta di San Giacomo come patrono della località, in quanto protettore dei pellegrini. Nel 2010, cadrà dunque l'Anno Santo Giacobeo, come ha annunciato ufficialmente il parroco della Chiesa di San Giacomo, Don Giampiero, nel corso delle celebrazioni, nella giornata di martedì, per la Madonna Salus Populi Caesenaticensis. La nostra città il prossimo anno ospiteràle celebrazioni di questa importante ricorrenza, con un calendario molto fitto, che si aprirà il 6 giugno per cavalcare ben sei mesi, fino all'8 di dicembre.
"Insieme al Comune - ha annunciato Don Giampiero martedì - stiamo pianificando una serie di eventi per celebrare al meglio questa ricorrenza davvero molto importante: sarà occasione per ricordare lo spirito di San Giacomo e gli insegnamenti della Chiesa, l'essere aperti agli altri, l'essere ospitali, così come in quel tempo lo furono coloro che accolsero i pellegrini." E' un avvenimento che non ha precedenti nella nostra Regione, che è solo di Cesenatico - ha aggiunto il sindaco Nivardo Panzavolta -e questo carica di significato ulteriore questo evento: così come il Santo protegge i pellegrini e coloro che si mettono in viaggio, allo stesso modo, la sua celebrazione ci induce a pensare a qual è lo spirito di una città come Cesenatico, aperta ai turisti, a coloro che giungono da fuori in cerca di sostegno, di riposo, di accoglienza. Nel lungo semestre, saranno organìeate manifestazioni di grande richiamo e, in occasione della festa del patrono, il 25 luglio, Rete 4 trasmetterà in diretta da Cesenatico, dalla Chiesa di San Giacomo, la Santa Messa.

Condividi sui social

Info sull'autore

Marta Casadei

News Correlate