Hotel Rimini

Itinerari Rimini

Rimini è la musa del cinema d'autore di Federico Fellini e ancora oggi ne rappresenta una testimonianza (la spiaggia invernale dei Vitelloni, lo stupendo pavone che allarga la sua ruota sfavillan­te nella notte, le luci del Rex che emerge dal mare, le architetture "belle époque" del bianco e raffinatissimo Grand Hotel).

leggi tutto
Museo della Città Rimini

MUSEO DELLA CITTA RIMINI

Il Museo costituisce un tassello importante della memoria storica cittadina, quale punto di riferimento indispensabile nella ricostruzione della cultura e dell?arte figurativa la cui portata si estende oltre il territorio riminese.

Domus del Chirurgo

DOMUS DEL CHIRURGO

Lo scavo di piazza Ferrari e la domus del chirurgo
 Il complesso archeologico, che si sviluppa dall'età romana al Medioevo, venne scoperto nel 1989 durante lavori di arredo urbano.
 Lo scavo, condotto dalla Soprintendenza per i Beni

Biblioteca Gambalunga Rimini

BIBLIOTECA GAMBALUNGA

La Biblioteca si trova nel superbo palazzo che il riminese Alessandro Gambalunga fece costruire, fra il 1610 e il 1614, nella centrale via dove sorgevano le case dell'antica nobiltà riminese. Influenzato dai canoni architettonici di Sebastiano Serlio,

Resti Teatro Romano Rimini

RESTI TEATRO ROMANO RIMINI

Dell'imponente edificio per spettacoli eretto nel I sec. d.C ., non rimangono che pochi ruderi oggi inglobati in più recenti costruzioni che ricalcano l'originario andamento curvilineo delle gradinate (cavea).

Palazzo Lettimi Rimini

PALAZZO LETTIMI RIMINI

Uno dei più prestigiosi palazzi del Rinascimento riminese, rappresenta ancora oggi una ferita aperta nella città dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Sant'Innocenza e San Michele in Foro Rimini

SANT'INNOCENZA E SAN MICHELE IN FORO

Sull'antico Foro della città, nel lato un tempo più allargato verso il mare, furono edificate la chiesa di Santa Innocenza e la chiesa di San Michele in Foro.

Tempio Malatestiano

TEMPIO MALATESTIANO

Tempio Malatestiano: Nelle immediate adiacenze di quello che ora è il superbo Tem­pio Malatestiano, sorgeva fin dal sec. IX la Chiesa di S. Maria in Trivio , così chiamata perché tre vie convergevano ad essa.

Anfiteatro Romano

ANFITEATRO ROMANO

Anfiteatro Romano:
E', insieme con l'Arco d'Augusto e il Ponte di Tiberio, il terzo fra i grandi monumenti romani di cui Rimini può giustamente vantarsi. Che i pochi avanzi visibili siano appartenuti a un anfiteatro e non - come taluno credette - a

Arco d'Augusto

ARCO D'AUGUSTO

Arco d'Augusto: E' un monumento sollenne e insieme leggiadro. Alla grandiosità maschia e rude accoppia infatti la grazia e l'armonia dell'ornamentazione. Eretto nel 27 a.C. in onore di Augusto e in memoria del riattamento della Flaminia da lui eseguito,

Resti Archeologici Piazza Tre Martiri

RESTI ARCHEOLOGICI PIAZZA TRE MARTIRI

La piazza ricalca parte del foro di Ariminum, colonia romana fondata nel 268 a.C.: posto alla confluenza delle due strade principali, il cardo e il decumano, l?antico impianto, più ampio e dilatato fino alla via San Michelino in foro, era lastricato

Porta Montanara

PORTA MONTANARA

La costruzione della porta Montanara, detta anche di Sant'Andrea, risale al I secolo a.C. e si inserisce in un organico programma di riassetto del sistema difensivo cittadino, attribuito a Silla. La porta rientrerebbe nell'ambito delle ricostruzioni

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Marino

CHIESA DEI SANTI BARTOLOMEO E MARINO

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Marino: Fu costruita sulla fine del secolo XII sul posto ove esisteva una cappella-oratorio del V secolo dedicata a San Marino, che da Ar­be, al tempo di Diocleziano, si era trasferito a Rimini per esercitarvi il mestiere di tagliapietre.

Chiesa San Giovanni Evangelista

CHIESA SAN GIOVANNI EVANGELISTA

Chiesa San Giovanni Evangelista: L'imponente chiesa edificata dai monaci Agostiniani alla fine del XIII secolo, era ad aula rettangolare con copertura a capriate; sul fondo si apriva una grande abside affiancata da due cappelle, una delle quali costituiva la base del campanile.

Castel Sismondo

CASTEL SISMONDO

La residenza-fortezza di Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini dal 1432 al 1468, coniugava l'intento celebrativo con l'esigenza difensiva. La demolizione degli edifici fra il Castello e la piazza comunale ne accentuò la posizione dominante

Resti Cattedrale Santa Colomba

RESTI CATTEDRALE SANTA COLOMBA

Resti Cattedrale Santa Colomba: La tradizione, non suffragata da testimonianze, vuole che la chiesa, edificata nei pressi delle mura romane nel cuore della città medievale, fosse sorta sulle rovine di un tempio pagano.

Piazza Cavour

PIAZZA CAVOUR

La piazza Cavour, forse tardoromana, assunse dal Medioevo un ruolo primario. Diverso lo scenario, chiuso a mare dalla Chiesa di S. Silvestro, aperto a monte verso la Cattedrale.

Chiesa Santa Maria dei Servi

CHIESA SANTA MARIA DEI SERVI

Agli inizi del XIV secolo la famiglia Malatesta dona alcune proprietà all'interno della città di Rimini ai Servi di Maria che vi costruiscono una prima cappella. Pochi anni dopo i frati decidono di ampliare la propria chiesa costruendone una maggiore,

Chiesa San Giuliano

CHIESA SAN GIULIANO

La chiesa, intitolata dal XIII secolo a San Giuliano, rappresenta il fulcro dell'antico borgo cresciuto, fin dall'età romana, lungo il primo tratto della via Emilia. La vicinanza del tracciato stradale fu determinante anche per la costruzione del

Porta Galliana

PORTA GALLIANA

Porta Galliana: Questa porta cittadina fu costruita nel Duecento a collegamento della città con la zona del porto lungo il fiume Marecchia. Era parte della cinta muraria difensiva dovuta all'ampliamento della città in epoca federiciana (sec. XIII).

Grand Hotel Piazzale Fellini

GRAND HOTEL PIAZZALE FELLINI

Grand Hotel Piazzale Fellini: Dal 1908 il "grandioso albergo" voluto dalla Società Milanese Alberghi Ristoranti e Affini e dal Comune, fu il simbolo della Rimini sofisticata della Belle Époque.

Chiesa San Giovanni Battista

CHIESA SAN GIOVANNI BATTISTA

Chiesa San Giovanni Battista: La chiesa, nota dal 1144 ma il cui ricordo come monastero affonda nel X secolo, fu concessa ai Carmelitani nel 1573 e ad essi restò fino al 1797, quando passò ai Cappuccini.

Chiesa Santa Maria della Colonnella

CHIESA SANTA MARIA DELLA COLONNELLA

Chiesa Santa Maria della Colonnella: La chiesa è detta della "colonnella" perché sorta nei pressi dell'ultimo miliario romano della via Flaminia per coloro che venivano da Roma. Fu eretta dal Comune, che ne è ancora proprietario, intorno

Santuario Santa Maria delle Grazie

SANTUARIO SANTA MARIA DELLE GRAZIE

Santuario Santa Maria delle Grazie: Il complesso francescano fu edificato alla fine del Trecento (1391-1396) grazie al mecenatismo della famiglia delle Caminate alleata dei Malatesta, laddove esisteva una celletta in ricordo di un evento miracoloso.

Abbazia Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca

ABBAZIA SANTA MARIA ANNUNZIATA NUOVA DI SCOLCA

Abbazia Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca: Il complesso fu edificato nel 1418 grazie ad una donazione effettuata da Carlo Malatesta (signore di Rimini dal 1385 al 1429) che nei pressi aveva una delle sue dimore di campagna.

Francesco Barbieri detto il Guercino nell'opera "San Girolamo nel Deserto" presso Oratorio si San Giovannino

RESTI SAN GIROLAMO ORATORIO SAN GIOVANNINO

Resti San Girolamo Oratorio San Giovannino: Ritornati in via Dante dall'Anfiteatro Romano e fatti pochi passi, si vede a destra il prospetto scenografico, opera del bolognese Gaetano Stegani (1782), della Chiesa di S. Girolamo, distrutta nel bombardamento del 24 marzo 1943.